Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
martedì 24 maggio 2022 ..:: Milano Hi-Fidelity Autunno 2021 - Parte Quinta ::..   Login
Navigazione Sito

 Milano Hi-Fidelity Autunno 2021 - Parte Quinta Riduci

PIANO + 1

 

 

SPAZI ESPOSITIVI

 

 

EGEA MUSIC

L'azienda di Saluzzo è attiva nella distribuzione di un gran numero di etichette discografiche e di emissioni sul mercato regolarmente aggiornate.

CD ed LP convivevano senza problemi sul banco espositivo della Egea Music. Tra questi la bella edizione vinilica "Disciplinatha - Tesori della Patria" un cofanetto con sette LP 140 grammi HQ in edizione limitata a 500 copie. Nessuna ristampa è prevista.

Vasta esposizione di CD. Tra le novità citiamo Essentials di Wolfgang Haffner, disco realizzato dal noto batterista e bandleader, uno dei musicisti jazz tedeschi di maggior successo dei nostri tempi. Essentials contiene i tre lavori, pubblicati tra il 2006 e il 2012, "Shapes", "Round Silence" e "Heart Of The Matter". Sono registrazioni non più fisicamente disponibili come album originali e ora pubblicate in cofanetto di 3 CD.

Ampia scelta di vinili, tra cui in primo piano vediamo Short Bus dei Filter. Un vinile, si legge sul sito Egea, originariamente pubblicato nel 1995 come album di debutto della band industrial rock capitanata da Richard Patrick. Ai tempi raggiunse un immediato successo, diventando disco di platino grazie a singoli come "Hey Man, Nice Shot", "Dose" e "Under". Da tempo fuori catalogo in vinile, questa nuova edizione è stata rimasterizzata da George Horn e Ann-Marie Suenram presso i Fantasy Studios, poi stampata al Memphis Record Pressing.

 

 

OUDIMMO ACOUSTIC DESIGN

Oudimmo Acoustic Design si occupa di ricerca, sviluppo, produzione, consulenza e vendita online di pannelli acustici fonoassorbenti, bass traps e diffusori acustici per studi di registrazione, Home Studio, sale prova, Hi-Fi, Home Theatre, ristoranti, bar, uffici, sale conferenza, chiese, mense scolastiche e aziendali, auditori, palestre e ovunque ci sia bisogno di migliorare la qualità dell’ascolto, il comfort acustico e l'intelligibilità della parola con prodotti bio-compatibili ad alte prestazioni.

Naturale evoluzione di un percorso di oltre 15 anni nel mondo dell'audio professionale, Oudimmo Acoustic Design è un laboratorio di innovazione e design di prodotti costruiti con cura artigianale e progettati per delle reali esigenze di qualità e performance.

Oltre alla produzione di pannelli, si occupa di trattamenti acustici, analisi strumentale in loco in Italia ed Europa, insonorizzazioni, consulenze acustiche professionali e installazioni. All'alta fedeltà domestica è riservato un buon numero di dispositivi, molto curati nell'estetica e perfettamente integrabili in un ambiente d'appartamento.

 

 

TEKTRON ITALIA

Tektron Italia è una vecchia conoscenza del sottoscritto e di ogni audiofilo che ama le elettroniche valvolari. Attilio Caccamo, titolare della Tektron e membro AES ne chiarisce la filosofia: "Con oltre 35 anni di esperienza, costruiamo dispositivi audio Hi-End con il cuore, anima e passione, utilizzando il meglio della produzione NOS e moderna delle valvole. I nostri prodotti sono meticolosamente realizzati a mano, visivamente sbalorditivi, convenienti e ultra affidabili, per ottenere le massime prestazioni audio possibili.​"

L'attuale produzione Tektron si spalma su due serie, la MasterPiece ed Heritage. La prima riserva grande attenzione all'estetica, che appare moderna e molto accurata nelle finiture, mentre la seconda strizza l'occhio all'eredità vintage con oggetti d'indubbio fascino.

Due nobili valvole 300B della KR Audio. Conobbi Eunice Kron, moglie del fondatore Riccardo Kron e attuale titolare del marchio ceco, al Munich Hi-End 2012. Donna di rara gentilezza, mi accompagnò per parte della mostra aiutandomi anche a comunicare con altre persone, visto il mio scarsissimo inglese.

 

 

THE MUSIC LOFT

Ultimo spazio espositivo è The Music Loft, dove l'amante dei vinili poteva sicuramente trovare pane per i suoi denti.

Va riconosciuto a questa realtà di praticare prezzi di vendita onesti, per dischi anche importanti e che possono arricchire non poco la nostra collezione.

La Music Loft non trascura i principali generi musicali: Classica, Jazz, Blues, Fusion, Rock, Colonne sonore e anche il Brazil Latin. Presenti pure le pregiate stampe giapponesi, del miglior vinile in circolazione.

 

 

SALE

 

 

AUDIO QUALITY - SALA VELASCA 3

Partiamo con la prima, enorme sala, sita al Piano +1 del Melià Hotel: la Velasca 3. Era riservata ad Audio Quality - Audio Video, Domotica & Design, un'azienda con sede a San Lazzaro di Savena e Milano che da 25 anni è importante riferimento, in ambito nazionale, dell'elettronica di alta qualità e installazioni personalizzate. Riserva ampi spazi dedicati all'esposizione e alle sale dimostrative, che sono a disposizione del cliente per la prova delle ultime novità mondiali del settore. Organizza inoltre su appuntamento qualsiasi tipo di di demo personalizzata, durante la quale si è assistiti da personale qualificato, per le prove dei prodotti.

La mia iniziale presa di contatto con Audio Quality avviene con un impianto notevole, composto dall'abbinata di elettroniche Anthem STR Preamplifier e STR Power Amplifier (si sarà gia compreso preamplificatore e amplificatore finale di potenza), Streaming Player Bluesound Node 2 (di recentissima uscita), lettore digitale Reavon UBR-X200 e diffusori JBL 4312G.

Anthem STR Preamplifier.
È un preamplificatore stereo di grande pregio con DAC interno. L'ingresso USB è in grado di gestire file a 32 bit/384 KHz e DSD 2.8/5.6 MHz. Dispone d'ingressi S/PDIF coassiale e ottico più il bilanciato XLR AES/EBU. Non manca uno stadio phono MM/MC. Implemente un sistema proprietario di correzione della risposta ambientale ARC.

Anthem STR Power Amplifier.
Correntoso finale di potenza a stato solido da 400 Watt x 2 su 8 Ohm, 600 Watt x 2 su 4 Ohm e 800 Watt x 2 su 2 Ohm. Dispone d'ingressi RCA e XLR e un bel display grafico multifunzione frontale da 7". Notevole la costruzione, Dual-Mono e con doppi trasformatori toroidali.

Diffusori JBL 4312G.
Era questo generoso monitor dal suono carnoso e dinamico a dare la voce alla catena. Parliamo di un sistema da studio compatto a 3 vie ad alte prestazioni, replica dell'iconica configurazione risalente al 1968. È l'ultimo della linea di diffusori da scaffale ispirato al leggendario monitor 4310. Ho trovato il suo bilanciamento tonale, qui come in altre occasioni, incline a una timbrica calda, senza nulla togliere alle medie e alte frequenze, che ho riconosciuto chiare e definite. Il supporto dedicato è l'JS-120.

Le sorgenti Bluesound Node 2 e Reavon UBR-X200.

Tre oggetti Arcam: dall'alto, il preamplificatore e processore Audio/Video 9.1.6 AV40, il sintoamplificatore Audio/Video AVR20 e il PA240, amplificatore finale di potenza in Classe G da 2 x 225 Watt su 8 Ohm.

Ancora un'elettroacustica monitor da supporto JBL, la L100 Classic. Lanciata sul mercato nel 1970, è alta 64 cm e pesa 27 Kg, anche per questo modello la JBL propone il supporto in metallo JS-120, che la solleva da terra di circa 20 cm e l'inclina un po' all'indietro.

Particolare dei controlli di tono delle L100 Classic.
L'L100 è equipaggiato con un woofer in pura polpa di cellulosa da 300 mm (JW300PW-8), un midrange in polimero rivestito con cellulosa da 125 mm (105H-1) e un trasduttore a cupola in Titanio da 25 mm con sospensione soffice (JT025TI1-4). Posti a 450 Hz e 3,5 kHz i tagli crossover.

Infilata di quattro sofisticate elettroniche Anthem. Dall'alto: i ricevitori A/V MRX 1140 (11.2 canali), MRX 740 (7.2 canali), MRX 540 (5.2 canali) e l'MCA 225 GEN 2, un amplificatore finale di potenza stereo.

Un altro impianto, non meno valido di quello già incontrato anche se di stoffa timbrica differente, era quello costituito dall'Amplificatore DAC BluOS Streaming NAD M33 e i diffusori Dali Rubicon 6.

Amplificatore DAC BluOS Streaming NAD M33.
Il DAC/amplificatore M33 BluOS è un'elettronica Streaming che promette altissime prestazioni per un superbo suono audiofilo. In qualità di componente abilitato BluOS può essere combinato con altri lettori in un "ecosistema" BluOS di lettori musicali collegati in una rete Wireless in tutta la casa. Con l'impiego della nuova tecnologia di amplificazione Purifi Eigentakt Hybrid Digital, l'M33 segue la lunga e prestigiosa tradizione di NAD nello sviluppo di tecnologie di amplificazione all'avanguardia.

Ancora sistemi di altoparlanti della danese Dali, qui in versione da incasso. Su due mobili della Solidsteele vediamo un Phantom M-375 (a sinistra), seguito dai più compatti Phantom H-50 e Phantom E-80.

Diffusore Dali Phantom E-80.
La serie Phantom E, di cui l'E-80 fa parte, è progettata per un uso ottimale a soffitto, ma svolge bene il suo compito anche se montata a parete. La struttura di dimensioni compatte e il sistema di montaggio ne rendono facile l'installazione. Due interruttori offrono delle opzioni di regolazione dell'audio per garantire un ascolto ottimale anche in stanze acusticamente "difficili".

Quattro interessanti oggetti dedicati al modo di ascoltare in casa che oggi va per la maggiore, cioè la cosidetta musica in streaming. Da destra: sintoamplificatore A/V NAD T 778, amplificatore di streaming NAD C 700 BluOS, Wireless Multi-Room Music Streaming Amplifier Bluesound Powernode 2i, il quale da oggi integra un ingresso HDMI ARC/eARC per ampliare ancora di più le sue possibilità di utilizzo. A quest'ingresso HDMI è possibile collegare una TV predisposta per gestire direttamente il suo audio. In ultimo vediamo il Bluesound Node N100, lettore musicale di rete.

Bluesound Powernode.
Oggetto versatile e di sicuro interesse, è un lettore streaming di rete amplificato (2x80 Watt Hybrid Digital), idoneo a gestire sorgenti audio digitali in rete, sia wireless che cablate, ora fornito d'ingresso HDMI ARC/eARC. Così è possibile fruire di tutta la musica disponibile da PC, dispositivi mobili, radio Web, servizi di Cloud e Streaming Audio.

Terzo impianto in Sala Velasca 3, basato sul NAD M10 (EISA Award 2019-2020 nella categoria Smart Amplifier) e i diffusori Dali Oberon 9.

Lettore di rete amplificato NAD M10.
Davvero impressionante la serie di caratteristiche contenute in questo piccolo oggetto, vincitore di numerosi premi in tutto il mondo. La NAD si è impegnata a fondo per rendere l'M10 pienamente compatibile con gli odierni sistemi "intelligenti" per la casa, provenienti da aziende come Apple, Crestron, Control4, Lutron e molte altre. Questo significa che, insieme all'illuminazione, alle tende, all'HVAC e alla sicurezza, è possibile controllare senza problemi il sistema musicale BluOS multi-room da un'interfaccia comune. Sono disponibili anche applicazioni personalizzate BluOS per dispositivi mobili, Tablet iOS e Android, oltre al controllo dal desktop per OS Windows e Apple. Dal punto di vista dell'amplificazione, esso utilizza la sofisticata tecnologia Masters della serie NAD, sostanziata in un'elettronica HybridDigital con lo stadio di amplificazione Hypex nCore, il quale offre prestazioni all'avanguardia insieme alla capacità di pilotare qualsiasi diffusore.

Una triade di ottimi videoproiettori Sony. Da sinistra: VPL-VW790ES, VPL-VW590ES e VPL-VW290ES.

Ai lati due alti e smilzi sistemi d'altoparlanti PMC, sono i ci140 da incasso/parete. Alti 2,3 metri, montano 4 woofer da 133 mm in fibra naturale LTx, un midrange a cupola morbida da 50 mm PMC55 n-compass e un tweeter da 27 mm a cupola morbida. Sullo sfondo il più piccolo PMC ci90slim, sempre da incasso/parete e tre eccellenti subwoofer marchiati JL Audio, da destra il Fathom f113v2, Fathom f112v2 e Fathom f110v2.

Si avvicina il termine di questa visita guidata nella grande Sala Velasca 3, con oggetti in sola esposizione statica. Qui vediamo due elettroniche giapponesi Yamaha, l'amplificatore integrato A-S1200 (a sinistra) e l'A-S2200.

Giradischi MusicCast VINYL 500.
Oggetto "trait d'union" tra passato e presente, questo gira analogico consente un collegamento Wireless a qualsiasi dispositivo MusicCast. Il braccio dritto, la trasmissione a cinghia, i servizi musicali in streaming e il Wi-Fi integrato con supporto banda frequenze 2.4 GHz e 5 GHz contribuiscono a renderlo un oggetto del tutto moderno.

 

 

CELLO - SALA VELASCA 2

In Sala Velasca 2, dedicata alla Cello Audio, si è creata una commistione a mio avviso per certi versi discutibile. Mi riferisco ai grossi sistemi d'altoparlanti Duntech Sovereign 2001, i quali hanno prodotto un suono, sottolineo in questo specifico ambiente e catena, dotato di un basso gonfio per una prestazione generale pesante e sgraziata. Ben diverso il comportamento mostrato dai deliziosi Estelon Forza. In buona sostanza, come passare dall'inferno al paradiso.

Le elettroniche: lettore CD Wadia 850, DAC/preamplificatore Wadia 27, Cello Audio Suite, sistema modulare formato dalle unità P 200 CD (2), P 101 MC Phono, B 200 e P 301, lettore di rete Denon DNP-730AE, crossover digitale Accuphase 192/24 DF-35, amplificatori finali di potenza Cello Encore ed Encore 150. Diffusori i citati Duntech Sovereign 2001 ed Estelon Forza.

Cello Audio Suite, con le unità P 200 CD (2), P 101 MC Phono, B 200 e P 301.

CD Player Wadia 850.

Accuphase Digital Frequency Dividing Network DF-35 192/24.

DAC/preamplificatore Wadia 27.

Diffusori Duntech Sovereign 2001 (a destra) ed Estelon Forza.
Il Forza è un'elettroacustica di livello eccelso, molto performante e costosa. Alta 1,7 metri, è il modello di punta della casa estone. Sotto una livrea particolarmente originale (che ha anche un suo perché tecnico), si cela un diffusore dal cabinet in materiale composito a base di marmo del peso di 150 kg, equipaggiato da due woofer Accuton CELL da 250 mm con membrana in sandwich di Alluminio, mid-woofer da 190 mm con le medesime caratteristiche, midrange Accuton in ceramica da 168 mm e tweeter Accuton da 25 mm CELL Diamond.

I trasduttori medio-alti delle Sovereign, circondati da materiale assorbente.

Particolare del tweeter Accuton da 25 mm CELL Diamond montato sulle Estelon Forza.

La morsettiera delle Forza.

 

 

IL TEMPIO DEL SUONO

Il negozio lissonese Il tempio del suono dimostrava un sistema Home Cinema di livello molto alto, costituito da un componente video innovativo come la Laser TV HiSense L5F-A12, supportata da un sistema audio anch'esso di grande caratura, con elettroniche McIntosh e diffusori Sonus Faber (frontali Olympica Nova II, centrale Sonetto Center I, satelliti Sonetto Wall). Più subwoofer SF Gravis. La visione, nitidissima, era data da un grande schermo ALR, acronimo di "Ambient Light Rejection". Si tratta di un'innovativa tecnologia di proiezione che respinge la luce ambientale riflettendo solo quella che proviene dal basso. È un tipo di schermo che può quindi essere usato in qualsiasi momento della giornata, anche se la sala è illuminata a giorno o sono presenti finestre. È formato da microspecchi che respingono la luce proveniente dai lati e dall'alto, accettando solo quella che viene dal basso.

Laser TV HiSense L5F-A12.

I componenti audio erano (dall'alto) il lettore Blu-ray Ultra HD Panasonic DP-UB9000, processore A/V McIntosh MX100 e l'amplificatore finale di potenza a sette canali McIntosh MC257.

Amplificatore finale di potenza a sette canali McIntosh MC257.

Diffusore centrale Sonus Faber Sonetto Center I.

Diffusore satellite Sonus Faber Sonetto Wall.
Era posto su un DaaD di Acustica Applicata.

 

Alfredo Di Pietro

 

Segue alla Parte Sesta...


 Stampa   
Copyright (c) 2000-2006   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2022 by DotNetNuke Corporation