Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
martedì 18 gennaio 2022 ..:: Milano Hi-Fidelity Autunno 2021 - Parte Seconda ::..   Login
Navigazione Sito

 Milano Hi-Fidelity Autunno 2021 - Parte Seconda Riduci

SALE

 

AUDIO REFERENCE - SALA GIADA

Nella Sala Giada della Audioreference, illustre azienda milanese nata nel 1978 dalla passione del titolare Giuseppe Licciardello e oggi gestita da uno staff in cui figurano anche i suoi figli Andrea e Federico, due impianti ruotavano intorno a uno stesso setup di sorgenti analogiche e digitali. Queste erano il giradischi Bergmann Magne Limited Edition Gold con la testina MC My Sonic Lab Signature Platinum e lo Streamer e DAC EMM Labs Meitner MA-3.

Impianto A: amplificatore integrato Pass Labs INT-250, preamplificatore Phono Pass Labs XP 27 e diffusori ProAc K1 su supporti ProAc K1-stand. Impianto B: preamplificatore Gryphon Essence, amplificatore finale di potenza Gryphon Essence Stereo e diffusori da pavimento Rockport Atria II. Cavi Kimber Kable, Kimber Select, Kimber Carbon e prese ISOL-8. Ciascuno dei due impianti si è fatto valere con prestazioni al vertice nelle rispettive tipologie di diffusori, in sinergia con le amplificazioni prescelte.

Rockport Atria II.
Diffusori semplicemente fantastici per veridicità timbrica e trasparenza, sono i successori dell'acclamato modello Atria, promettendo (e mantenendo) un livello completamente inedito di realismo musicale. Il nuovo tweeter al berillio da 1" è montato su guida d'onda, riprogettato il crossover. L'Atria II utilizza l'ultima generazione di altoparlanti a cono composito con sandwich in fibra di carbonio, progettati e sviluppati da zero dalla Rockport Technologies. 6" è il diametro del midrange mentre 9" è quello dei woofer. Pure il mobile presenta dei punti di grande interesse. Questo è in triplo laminato smorzato, vanta un solido pannello anteriore di 4 pollici con spessore variabile della sezione (fino a 2 pollici e mezzo). I pannelli laterali sono curvi e non solo creano una forma elegante, ma conferiscono al mobile anche una grande rigidità e contenimento delle risonanze interne. Le forme ampiamente smussate e le dimensioni variabili del baffle eliminano le anomalie da diffrazione.

Diffusore ProAc K1.
L'impedenza nominale di 8 Ohm, la risposta in frequenza da 28 Hz a 30 kHz e la sensibilità di 90 dB/2,83 V/m sono le principali specifiche tecniche di questo raffinato diffusore, equipaggiato da un mid-woofer da 165 mm con cono in Kevlar (in grado di coprire tutte le frequenze sino a poco oltre i 3 kHz) e un tweeter a nastro ProAc. Quest'ultimo ha un diaframma molto sottile ed è "più leggero di un capello umano", dotato di una camera di smorzamento posteriore e magnete in Alnico.

Terminiamo con il Bryston BR-20, un preamplificatore/DAC/Streamer in alta risoluzione. È dotato d'ingressi AES/EBU, TOSLink, S/PDIF e USB, implementa un convertitore D/A in grado di gestire il formato PCM fino a 384 kHz e il DSD x 4.

 

 

AUDIOPLUS HIEND - SALA TURCHESE

L'Audioplus nasce nel 1996 dalla volontà di Emanuele e Roberto, desiderosi di portare un'ondata di nuovo nel mondo dell'alta fedeltà ispirandosi ai principi di serietà e di professionalità che da sempre li caratterizzano. Presso la sede di San Benedetto del Tronto si può trovare, oltre a una vasta gamma di prodotti nuovi, anche una nutrita scelta di oggetti usati originali selezionati e garantiti. Audioplus è inoltre in grado di fornire assistenza su qualsiasi prodotto Hi-End con componentistica originale e garantita.

L'Audioplus ha abituato gli appassionati a sale sontuose, allestite con il fior fiore dell'HiEnd mondiale. Anche questa volta non fa eccezione alla regola con un impiantone, variabile nelle componenti, costituito dal giradischi TechDAS Air Force III Premium (abbinato al preamplificatore Phono Allnic H-7000V), Soulution 541 Digital-Player, preamplificatore OTL/OCL a valvole Allnic L-10000, gli imponenti amplificatori finali di potenza Soulution Mono 701 e Absolare Passion S.E. Signature. I diffusori da pavimento Marten Parker Quintet si alternavano con i Marten Parker Duo (da supporto).

Giradischi TechDAS Air Force III Premium.
Dall'aspetto indubbiamente tecnologico, il suo piatto è fuso con precisione e lucidato in superficie formando una struttura solida, a differenza della maggior parte dei convenzionali, che hanno una struttura cava. Ne risulta un peso di 29 kg, maggiore di oltre il triplo rispetto a quello in alluminio utilizzato nell'originale III, il quale è di 9 kg. Con questo nuovo piatto color canna di fucile, il peso totale del giradischi supera i 50 kg.

Vista superiore dell'amplificatore finale di potenza Absolare Passion S.E. Signature.
Interamente a tubi, lavora in Classe A senza controreazione. Configurato in Single-Ended Parallelo, è equipaggiato da due 845 e due 6SN7, tutte di produzione NOS.

Preamplificatore OTL/OCL a valvole Allnic L-10000.
Un vero splendore per gli occhi e le orecchie quest'elettronica Single Ended del marchio asiatico. OTL sta per "Output Transformer Less" e OCL per "Output Capacitor Less" Nei fatti è un preamplificatore di linea a triplo guadagno, controllato a distanza, senza trasformatori o condensatori nel percorso del segnale. Implementa un attenuatore a impedenza costante con contatto in argento a 61 passi. Utilizza quattro 300B, due 6AN8 e due 12AU7.

Suo degno compagno è il preamplificatore Phono Allnic H-7000V. Questo raffinatissimo oggetto è una versione aggiornata dell'H-3000, lo stadio Phono che ha conquistato la stima di centinaia di audiofili in tutto il mondo. Esso differisce dall'H-7000 in quanto incorpora l'equalizzazione multi-curva LCR; questo significa che può riprodurre qualsiasi LP rilasciato prima della standardizzazione RIAA con il suo corretto livello di equalizzazione. Al suo interno integra un doppio trasformatore di Step-Up per Moving Coil.

Oltre all'impianto in dimostrazione, in Sala Turchese gravitavano diversi banchi espositivi. Quello in foto accoglieva, da destra, un preamplificatore Soulution 525, cavo di alimentazione ZenSati Zorro PC EU, Lindemann Limetree Bridge e cavi di potenza Jorma Design.

Lindemann Limetree Bridge II.
Quest'oggettino dall'apparenza inoffensiva è un adattatore di rete o "renderer audio" di alta classe, capace di trasferire musica in qualità master da studio, proveniente da fornitori di streaming e supporti di archiviazione locali, a convertitori D/A esistenti o altri dispositivi con ingressi digitali. A tal fine il Bridge II viene collegato alla rete tramite un cavo LAN o tramite WLAN. Ha anche una porta USB per la connessione a dischi rigidi o supporti di memorizzazione USB tipo le comumi "chiavette". È dotato di un'uscita digitale ottica e una coassiale. Un convertitore di frequenza di campionamento professionale da studio assicura che tutti i formati in streaming possano essere riprodotti su un convertitore esistente senza grandi perdite di qualità del suono.

Un altro banco con quattro oggetti molto interessanti. Questi sono (da destra) un cavo di segnale ZenSati, preamplificatore Phono MM/MC Allnic H-5500, preamplificatore linea Allnic L 6500 e lo straordinario supertweeter Sopranino.

Supertweeter ENIGMAcoustics Sopranino.
Implementa la tecnologia proprietaria brevettata SBESL (Self-Biased Electrostatic), portando la magia delle prestazioni elettrostatiche in qualsiasi sistema di altoparlanti a gamma completa. La sua capacità di catturare aria, consistenza, messa a fuoco e dettagli interni ha del fenomenale. A differenza dell'approccio convenzionale alla progettazione elettrostatica, che richiede l'inconveniente della tensione di polarizzazione esterna, il Sopranino la ricava in modo proprietario dal segnale stesso. La sua risposta in alta frequenza supera i 40 kHz e opera tramite una connessione totalmente passiva, con punti di crossover selezionabili 8, 10 o 12 kHz.

L'ultimo banco catturato dalla mia Panasonic Lumix DC-FZ1000II conteneva due oggetti Lindemann Audio: l'amplificatore finale di potenza Musicbook Power II e il Musicbook Source II, una nuova piattaforma di streaming che offre la riproduzione di musica da Internet in alta risoluzione e senza fili, tramite la WLAN. Grazie al WPS la connessione al router è grandemente facilitata, mentre il processore ad alte prestazioni ARM-Core e la funzione di aggiornamento Web rendono questa piattaforma un oggetto modernissimo.

Il Musicbook Source II.

 

 

EXHIBO - SALA MADREPERLA

Nell'ampia Sala Madreperla, dedicata alla Exhibo, c'era una gran quantità di oggetti in sola esposizione statica, e non poteva essere diversamente vista la cacofonia che si sarebbe generata facendoli suonare tutti insieme (cuffie a parte). Ricordiamo al lettore che questa realtà si occupa da oltre sessant'anni di distribuire sul territorio italiano prodotti e soluzioni di alto livello nel mondo dell'audio, dell'acustica, della comunicazione e della sicurezza. Dal 2006 la Exhibo ha sede a Vedano al Lambro, in provincia di Monza e Brianza. Lo stabile in cui risiede offre circa 5.000 metri quadri di uffici, sale riunioni e sale dimostrative in cui è possibile toccare con mano i prodotti distribuiti.

La ricca carrellata inizia con una vera eccellenza nel settore delle cuffie, parliamo della Sennheiser con il suo sistema Orpheus HE 1. Se avete 60.000 euro da investire e siete dei cuffiofili DOC potreste prenderlo in seria considerazione. Il suo sorprendente design coniuga la forma alla funzione. L'amplificatore si trova in un alloggiamento realizzato in vetro e un solido blocco di marmo di Carrara, pregiata pietra naturale resa celebre dalle sculture rinascimentali di Michelangelo. Non solo bellezza ma anche utilità, visto che tale soluzione previene il rumore strutturale. I quadranti di controllo sono realizzati con la massima accuratezza e qualità, ognuno è fresato da un unico pezzo di ottone prima di essere placcato con il cromo. Per la conversione da digitale ad analogico, l'amplificatore riceve il segnale digitale dagli ingressi SPDIF ottici e coassiali oppure l'USB. Accetta i formati PCM e DSD ad alta risoluzione. La conversione è affidata a otto DAC interni ESS SABRE ES9018. E non poteva essere che un capolavoro di tecnologia anche la cuffia, che ha una risposta in frequenza che va da 8 Hz sino a oltre 100 kHz, con una distorsione molto bassa: 0,01% a 1 kHz (100 dB SPL).

Una cuffia Sennheiser HD 800 S in dimostrazione, pilotata da un HDV 820, DAC/amplificatore dello stesso marchio. Dotato di convertitore D/A SABRE ESS 9028PRO, risulta leader della categoria e capace di riprodurre file DSD256 fino a 12,3 MHz, oltre a file PCM fino a 32 bit e frequenza di campionamento di 384 kHz.

Oltre alle pregevolissime Sennheiser, la Exhibo esponeva anche le cuffie prodotte dalla T+A, marchio tedesco che ha grandemente ampliato la sua produzione nel tempo. In foto vediamo il modello Magnetostatico Planare Solitaire P e il Solitaire P-SE.

Amplificatore per cuffia T+A HA 200.
In realtà è molto di più di un ampli in Classe A, integrando pure una sezione digitale dotata del DAC proprietario T+A True 1-Bit, il quale fornisce un incredibile DSD 1024 per il Bitstream, e del convertitore quadruplo T+A con 32 Bit/768 kHz per la PCM. Come gran parte degli attuali DAC T+A, anche il nuovo HA 200 dispone anche di un'architettura di decodifica sofisticata e completamente separata per DSD e PCM.

Il T+A era accolto su un tavolo espositivo insieme alle due cuffie Solitaire P e Solitaire P-SE, in compagnia di una coppia di diffusori da pavimento T+A Pulsar ST 21, dei sistemi equipaggiati con due woofer da 152 mm, un midrange da 120 mm e un tweeter a cupola da 25 mm. Frequenze di taglio a 300 e 2000 Hz.

Un tris di elettroniche T+A: da destra, il Multi Source Player MP 200, il convertitore D/A DAC 200 e l'amplificatore finale di potenza A 200, accreditato quest'ultimo di 125 Watt su carico di 8 Ohm e 250 Watt su 4 Ohm.

Ai lati del tavolo le già viste T+A Pulsar ST 21.

In questa porzione espositiva si sale di livello con i diffusori florstanding T+A Criterion S 2100 CTL, mentre dal medesimo marchio provengono le due bellissime elettroniche PA 3100 HV (a destra) e MP 3100 HV, rispettivamente un amplificatore integrato e un lettore multisorgente.

Il T+A PA 3100 HV, ulteriore sviluppo del PA 3000 HV, ha una coppia di VU meter sul pannello frontale che visualizzano la potenza erogata per canale in forma logaritmica su carico di 4 Ohm. Una revisione della sezione preamplificatrice (che prevede l'accoppiamento DC) ha condotto a un miglioramento della qualità del suono, ridisegnati anche la sezione di rete analogica e l'alimentatore di tensione, che è simile a quello dell'A 3000 HV. La sezione di rete supplementare PS 3000 HV porta a un aumento della stabilità e delle prestazioni dell'intero sistema di alimentazione, tanto da consentire una potenza di alimentazione aggiuntiva di 1800 Watt. Come opzione, il PA 3000 HV e il PA 3100 HV possono anche essere dotati di moduli preamplificatori Phono di livello High-End. Il telecomando a infrarossi F3001, interamente in metallo, è fornito di serie. Altrettanto interessante è il MP 3100 HV, il lettore multimediale più recente e sofisticato del marchio tedesco. L'unità SACD è stata sviluppata "ex novo", dotata del decodificatore più recente è in grado di leggere dischi CD (PCM 44,1/16) e SACD (DSD 64 a 2,8 MHz) alla massima qualità possibile.

Il T+A Caruso è un sistema musicale del tipo "All-In-One" lanciato sul mercato nell'autunno del 2008. Il nuovo Caruso rappresenta una decisa evoluzione del primo modello, essendo stato completamente riprogettato. È in grado di riprodurre tutte le sorgenti con ottima qualità tramite i suoi sette sistemi di altoparlanti integrati. Tre sono gli amplificatori di potenza dedicati: uno da 100 watt per il subwoofer e due da 50 watt ciascuno per le unità media e alta, direttamente accoppiati al telaio del diffusore. Grazie a un processore di segnale digitale, il sistema è controllato da un'unità di crossover attiva ultra precisa.

Il T+A Caruso.
Può leggere CDA, CDR, CDRW, file AAC (LC/HEAAC)/WAV/FLAC/MP3/Vorbis/WMA/AMR-NB/AMR-MB/ALAC nonché riprodurre musica in streaming dai servizi Tidal, Deezer, Amazon Music, Qobuz e Spotify Connect. Ovviamente, si possono ascoltare anche le radio FM, DAB+ e Internet.

Sistema monomarca T+A: diffusori Criterion S 2000 CTL, lettore multisorgente MP 2000 R MK II e amplificatore integrato PA 2000 R da 100 Watt per canale su 8 Ohm.

Un sistema di minori dimensioni, sempre T+A, è rappresentato dallo Streaming CD Receiver Cala CDR e dai diffusori da pavimento Caruso S 10.

Videoproiettore Vivitek H1188.

Una radio in chiave moderna è questo RLine Play S3, sistema "All in One" cui non manca davvero nulla. CD, radio digitale DAB+, FM, musica in streaming dalle piattaforme Web. Due altoparlanti largabanda da 2,5″, coadiuvati da un woofer da 4 pollici e mezzo caricato in Bass Reflex, s'incaricano di consegnarci il suono, mentre il display da 2,8" a colori visualizza i servizi in riproduzione e altro.

Sulla scia dell'RLine eccovi un altro sistemino, tuttavia più importante e meno compatto, cosidetto tuttofare: è L'Audio Pro C10 MkII, Multiroom Speaker di qualche pretesa "audiophile". È compatibile con il sistema Multiroom Audio Pro, Multiroom AirPlay2 e Multiroom Google Home (Cast). La parte elettroacustica è rappresentata da un mid-woofer a lunga escursione da 5,25" e due tweeter da 0,75″ con cupola in tessuto, pilotati da amplificatori in Classe D (2 x 20 Watt + 1 x 40 Watt). A fianco del C10 MkII ci sono due diffusori Audio Pro A26.

I comandi dell'Audio Pro C10 MkII.

Sotto le ali della Exhibo trova posto un altro marchio tedesco, il Block, forse meno pretenzioso esteticamente del T+A ma anch'esso ricco di sostanza.

Sul ripiano superiore del largo mobile portaelettroniche c'è la spettacolare Soundbar Sennheiser Ambeo. Oltre ad avere la compatibilità con Dolby Atmos, DTS: X e MPEG-H, con la tecnologia Upmix può trasformare l'audio stereo o 5.1 in un'esperienza audio 3D. È inoltre disponibile il supporto per i più recenti standard HDMI/eARC e Dolby Vision, Passthrough 4K, Bluetooth e Chromecast. Ma ciò che veramente impressiona dell'Ambeo è la dotazione di altoparlanti, ben tredici, così divisi: 6 woofer da 4" a lunga escursione e membrana in "sandwich" di cellulosa, 5 tweeter con cupola in alluminio e due largabanda da 3,5" (top-firing). Ai ripiani inferiori vediamo l'Hi-Fi Blu-ray Disc Receiver Block CVR 200 e l'amplificatore integrato stereo Block V 250.

Tavolo profondo nero. Tra due casse da pavimento Jamo C 97 II, vediamo (da destra) l'amplificatore integrato stereo Smart VR 120, il giradischi PS-100+ e il lettore CD C 120, tutti oggetti marchiati Block.

Amplificatore integrato stereo Smart Block VR 120.
Oggetto di eleganza classica ma orientato al futuro, è realizzato con un cabinet interamente in alluminio. Eroga una potenza di 2 x 120 Watt. Ma l'aspetto più interessante sta nella connettività, visto che può ricevere le Internet radio, DAB + e VHF e integra un lettore multimediale con presa frontale USB e streaming UPnP/DLNA). Connessione WLAN e LAN, Streaming senza fili Bluetooth. È pronto per Spotify Connect.

Lettore CD Block C 120
Anche questo è realizzato con chassis interamente in alluminio e può essere utilizzato insieme al ricevitore VR-120 tramite la connessione dati di controllo con l'app UNDOK. Il telecomando è disponibile opzionalmente. È in grado di riprodurre CD, CD-R, CD-RW e MP3.

Giradischi Block PS-100+
Tra le sue specifiche citiamo la struttura "sandwich" del telaio a due strati, per il miglior assorbimento delle risonanze, i piedini in metallo a punta, il piatto in solido vetro acrilico. Monta un braccio Pro-Ject da 9,5 pollici (11,5 grammi la sua massa sospesa). Il controllo della velocità è completamente automatico ed è fornito con una testina Ortofon OM5E premontata.

L'odierno modo "Smart" di concepire l'audio non ha risparmiato nemmeno un'azienda gloriosa come la Klipsch, che sull'ultimo banco della mia carrellata esponeva i suoi più recenti prodotti.

I Klipsch T5 True Wireless, poggiati sul Wireless Shelf Stereo The One II, sono degli auricolari senza filo di forma ovale, brevettati per il massimo comfort e un'eccellente isolamento acustico. Nessun cavo quindi per un oggetto dal suono dettagliato e dinamico.

Il retro del diffusore Klipsch The Sixes.
Sotto un'estetica vintage si nasconde un diffusore polivalente, facente parte della serie Klipsch Heritage Wireless, capace di connettersi direttamente a un giradischi analogico, TV, computer o dispositivo wireless Bluetooth, con la resa acustica che ha fatto diventare il marchio americano famoso in tutto il mondo. È equipaggiato da un tweeter da 1" in titanio con tromba Tractrix e woofer da 6,5". Sulla placca posteriore troviamo una coppia d'ingressi RCA di livello Phono, con interruttore di commutazione Phono/Linea. In esso c'è la tecnologia senza fili Bluetooth. Tra gli ingressi c'è anche un analogico di linea Mini Jack da 3,5 mm, mentre sul versante digitale è a disposizione uno ottico digitale e uno USB per l'audio da PC o Mac.

I controlli del The Sixes sul top del mobile.

 

 

GRANDINOTE/GIK ACOUSTICS - SALA CRISTALLO 1

Il gemellaggio tra l'azienda pavese Grandinote di Massimiliano Magri e la GIK Acoustics non poteva che dare ottimi frutti. Minimale il setup, composto però da oggetti importanti, dal suono rifinito, materico, dalla scena grandiosa e molto stabile, in considerazione dell'emissione cilindrica fornita dall'array verticale di altoparlanti (sedici i largabanda e sedici i tweeter presenti nelle imponenti Mach 16). I pannelli Gik Acoustics della Serie Impression Pro sono realizzati con materiale assorbente rigido in lana di roccia, avvolto nel tessuto di preferenza dell'utente, e rifiniti con una lastra in legno decorativa che gli permette di agire anche come diffusore. È il caso dei due Digiwave Horizontal, due Gatsby Arches, due Wavy Leaves e del Basketweave presenti nella Sala Cristallo 1.

L'amplificatore integrato Grandinote Shinai è una mia vecchia conoscenza. Lo apprezzai per la prima volta nel mio salotto, correva l'anno 2010, rimanendo io stupito dalle sue capacità di pilotaggio, dalla timbrica sana e dalla tremenda forza che esprimeva nella prima ottava. Qualità regolarmente confermate negli ascolti che successero al primo. In sala collaborava con il Grandinote Volta, uno Streamer/DAC controllabile in remoto da Tablet, Smartphone e PC. Grandinote Mach 16 i diffusori.

Il retro a specchio dello Shinai.
Parliamo di un amplificatore integrato che eroga 37+37 Watt in Classe A senza controreazione, configurazione "Dual Mono". Gli stadi sono accoppiati direttamente, senza condensatori sul percorso del segnale. 150 è il suo fattore di smorzamento e da 2 Hz a 240 kHz la risposta in frequenza.

Particolare dei trasduttori delle Mach 16.

 

 

Alfredo Di Pietro

 

Segue alla Parte Terza...


 Stampa   
Copyright (c) 2000-2006   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2022 by DotNetNuke Corporation