Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
domenica 27 novembre 2022 ..:: Milano Hi-Fidelity - Parte Quinta ::..   Login
Navigazione Sito

 Milano Hi-Fidelity - Parte Quinta Riduci

MA RECORDINGS

Due gentilissimi operatori mi accolgono nello spazio espositivo della MA Recordings, etichetta discografica fondata in Giappone nel 1988 che presenta musica originale. È stata di recente reduce da un viaggio in aree meno conosciute come la Siberia meridionale e la Macedonia, scelte per affrontare alcuni frangenti musicali diversi dal solito. Todd Garfinkle, infatti, porta la sua attrezzatura di registrazione in tutti gli angoli del globo, poiché vuole registrare musica acustica eseguita in spazi unici e inconsueti.

Un pregiato vinile a 45 giri questo Será Una Noche, presentato in una veste discografica che fa onore alla sua importanza. Contiene dei bellissimi tanghi argentini. Il leader della formazione è il percussionista Santiago Vazaquez, che, tra i tanti brani, ha scelto d'interpretare dei classici immortali come Malena, Soledad, Como dos estranos e Volver.

Di tutt'altro genere è questo vinile "Krushevo" di Vlatko Stefanovski e Miroslav Tadić. Qui entriamo nel genere Folk, World, e Country. Krushevo è la città della Macedonia centrale dove fu costruito un grande monumento in cemento durante l'era di Josef Tito, a metà degli anni '70, per commemorare i macedoni che si ribellarono all'Impero Ottomano. Molto suggestivo...

Nello spazio della MA Recordings, tra i tanti vinili ci sono anche molti CD.

 

 

OUDIMMO ACOUSTIC DESIGN

La Oudimmo Acoustic Design fa una cosa, di fondamentale importanza, che purtroppo viene spesso trascurata dagli audiofili che ascoltano musica in ambienti domestici. Parliamo dell'ottimizzazione acustica, necessaria affinché un impianto possa esprimersi al meglio delle sue possibilità. L'azienda bergamasca si occupa di ricerca, sviluppo, produzione, consulenza e vendita online di pannelli acustici fonoassorbenti, bass traps e diffusori acustici per i più svariati ambienti, come studi di registrazione, Home Studio, sale prova, Hi-Fi, Home Theatre, ristoranti, bar, uffici, sale conferenza, chiese, mense scolastiche e aziendali, auditori, palestre e altro.

Orologi fonoassorbenti.

 

 

REVOXMANIA

Non si tratta di feticismo o voglia di possedere apparecchiature oggi considerate eccentriche, ma di un modo d'ascoltare che apre nuovi orizzonti timbrici. La magia dei registratori a bobine si sostanzia in una sorta di metamorfosi sonora, per la quale tutto ciò che passa attraverso di loro acquista una nuova stoffa sonora, più musicale, fluida e godibile. Questa è un'innegabile verità percettiva, che ho avuto modo di apprezzare da ragazzo e anche di recente.

Dietro RevoxMania c'è una persona importante, Luca Maria Olgiati, uno dei più grandi conoscitori al mondo dei "Reel-to-Reel" Revox. Personaggio eclettico, laureato in Lettere e Filosofia con specializzazione in Storia della Musica, ingegnere elettronico, ha acquisito una profonda esperienza sia sulle macchine meccaniche (grammofoni e fonografi) sia su quelle elettromeccaniche o elettroniche, con particolare specializzazione nella registrazione magnetica del suono. Ne parleremo ancora nel corso del mio report.

Tre elettroniche Revox.
Dall'alto: due amplificatori integrati stereo B 251 e un amplificatore integrato stereo B 750 MK II.

Per chi non lo sapesse, Revox è un'azienda svizzera specializzata in apparecchiature audio ad alta fedeltà. Il suo nome deriva dal primo prodotto dell'azienda (siamo nel 1948), un registratore a bobine da 1/4 di pollice rimasto celebre per il caratteristico calore del suono (calore distintivo di quel tipo di sorgente), un registratore inizialmente denominato Dynavox. L'azienda nacque su iniziativa del fondatore Willi Studer.

 

 

TEKTRON ITALIA

La Tektron Italia del buon Attilio Caccamo è sempre presente alle mostre Audio. Attilio è persona di grande competenza e disponibilità, sempre pronto a dare consigli sulla base della sua grande conoscenza delle valvole termoioniche.

Due tavoli ricolmi di tubi a disposizione degli avventori. Possiamo vedere KT88, 8417, KT66, 5881, GZ33 e GZ 34.

La rassegna prosegue con diverse valvole EL34, prodotte da Svetlana, Tung-Sol.

 

 

THE MUSIC LOFT

The Music Loft è un grande spazio di 500 mq sito a Roma, interamente dedicato alla musica, con oltre 40.000 dischi d'ogni genere ed epoca e un'eccezionale selezione di vinili rari. Aperto solo agli iscritti, offre showroom, sale ascolto, anteprime, concerti.

L'idea di questa bella realtà trae spunto dalle esperienze maturate negli anni settanta del Loft di Ornette Coleman, situato al 131 di Prince Street, New York, e da quello di Charles Mingus. Entrambi divennero per un certo periodo punto di aggregazione importante per la sperimentazione musicale e per la diffusione della cultura musicale in generale.

Al Milano Hi-Fidelity offriva la maggior scelta di vinili in assoluto.

 

 

SALE

 

AUDIO LIVING DESIGN - SALA VELASCA 1

Un sessione d'ascolto eccezionale, ad altissimo livello, quella avvenuta nella Sala Velasca 2 di Audio Living Design, azienda che ha deciso di selezionare alcuni marchi di straordinaria qualità e distribuirli in esclusiva per il mercato Italiano: Albedo, Audia Flight, Audioplan, Avid, Doacoustics, Dual, Dynavox, Kenford, Mudrakustick, Music Tools, Silvercom, T.A.C., TAD, Vincent e VTL.

Ma veniamo al megaimpianto proposto a una vasta platea di audiofili: giradischi Avid Acutus Classic Cromo, Testina MC Avid Ruby Reference, lettore SACD TAD-D1000 TX Silver, preamplificatore valvolare VTL TL6.5 Series II, preamplificatore Phono Avid Pulsare II, amplificatore finale di potenza stereo TAD M700S Reference, diffusori TAD R1TX Reference One Emerald Black, sistema di ripiani modulari Music Tools ISOsquare Nero/Cromo. Cablaggi Faber's Cable e distributore di rete Faber's Power.

Sorgenti ed elettroniche.

Amplificatore finale di potenza stereo TAD M700S Reference.
Un vertice nelle amplificazioni, realizzato secondo il concetto della simmetria "end-to-end" e configurazione BTL (Bridged Transformer Less) come base per ottenere la simmetria totale. Solidissimo il telaio in alluminio pressofuso di nuova concezione, il quale vanta un elevato fattore di perdita interna per le vibrazioni, eliminando quelle simpatiche intrinseche alle frequenze indesiderate. Davvero giganteschi i suoi trasformatori di potenza, con valori nominali totali di ben 2,8 kVA! Eroga 175 Watt per canale (1 kHz, 8 Ω), con un rapporto segnale/rumore superiore a 125 dB.

Diffusore TAD R1TX Reference.
Un altro capolavoro creato dalla TAD (Technical Audio Devices), di cui non è possibile parlare esaustivamente nelle poche righe concesse da una didascalia. Mi limito dunque a un paio d'informazioni, la prima sulla tecnologia CST (Coherent Source Transducer) che in buona sostanza consente la riproduzione con una direttività controllata su un'ampia gamma di frequenze da un singolo punto e con fase uniforme. Arduo obiettivo raggiunto con la forma unica del cono del midrange e con un preciso controllo della direttività del tweeter montato concentricamente. Ultra ampia è la banda coperta da questo coassiale, che risponde da 250 Hz a 100 kHz. Altro particolare riguarda il mobile, con il nuovo cabinet SILENT (Structurally Inert Laminated Enclosure Technology) che assicura un'estrema stabilità. Grandi sforzi sono stati compiuti per eliminare le risonanze, avvalendosi anche della teoria strutturale che riguarda le ali aerei e delle navi. La struttura del mobile è costituita da una robusta intelaiatura con uno scheletro avente una paratia trasversale in multistrato di betulla spessa 21 mm. Il mobile è rivestito con un ibrido di materiali che combinano pannelli laterali spessi 50 mm. Inoltre, è stata applicata la tecnologia ABD, in base alla quale i driver Dual Bass sono posizionati in modo da eliminare la formazione di onde stazionarie ad alta frequenza all'interno del mobile.

Vista laterale del TAD R1TX Reference.
La porta Bass Reflex utilizza il concetto progettuale del driver a compressione e della tromba adoperato nei sistemi TAD di livello professionale. Segue un sistema di porte aerodinamiche basato sulla teoria dei fluidi. Il risultato è l'assenza di rumore imputabile a turbolenze aeree, anche quando il woofer viene portato al limite della sua escursione.

Un sala molto ampia la Velasca 2, capace di contenere un folto pubblico ma soprattutto in grado di consentire a un impianto di esprimersi al meglio. È proprio quanto avvenuto nei due giorni della rassegna. Il suono manifestato dalla catena ha mostrato sin da subito delle grandi potenzialità dinamiche e una trasparenza difficilmente superabile. Sempre veloce, coerente, ricchissimo di dettaglio e con un sapore che io ho trovato "High-Tech", giustificato dalla profusione di tecnologia che sta alla base di questo sistema stellare.

Diffusori Albedo Aptica MKII.
Una serie di oggetti in esposizione statica erano disposti sui lati destro e sinistro della sala. Qui vediamo due interessanti sistemi dell'azienda di Montelabbate.

Un lettore CD/DAC Vincent CD-S7DAC (a sinistra) e un amplificatore integrato stereo Vincent SV-228 Silver.

Due elettroniche Audia Flight: Il lettore CD FLCD Three S (a sinistra) e l'amplificatore integrato stereo FLS9.

Amplificatore integrato stereo Audia Flight FLS9.
Dotato di alimentazioni separate, è completamente bilanciato ed eroga 150 Watt per canale su carico di 8 Ohm. Rapporto segnale/rumore: 110 dB.

Lettore CD Audia Flight FLCD Three S.
Utilizza un'unità CD ottimizzata per la riproduzione a velocità singola e implementa il convertitore D/A SABRE ES9026PRO 32-Bit.

Sulla sinistra, un amplificatore integrato stereo a tubi VTL IT-85, a destra il giradischi AVID Diva II. Nel mezzo una ciabatta Dynavox.

Multipresa Dynavox X4100.
Ciabatta multipresa con otto uscite Schuko (4 filtrate e 4 non filtrate), completa di filtro anti interferenze.

Due modelli di diffusore TAD, il Compact Reference (a sinistra) e l'Evolution Two.

 

 

AV MAGAZINE-TECNOSTILE-BENQ - SALA VELASCA 3

Tre realtà, di cui una editoriale, riunite nella Sala Velasca 3: AV Magazine, Tecnostile e BenQ.
AV Magazine ha redatto un bel report della manifestazione, a cura di Fabio Angeloni, mentre Emidio Frattaroli ha dimostrato in una saletta Home Theater il proiettore laser Sony XW7000ES, l'amplificatore integrato Marantz Cinema 40 in un impianto configurato 5.2 con diffusori Polk Audio e doppio subwoofer Definitive Technology.

TV OLED Loewe.

Life style, letteralmente "stile di vita", trova un suo preciso significato nell'insieme di mode e modelli culturali di riferimento, con i suoi relativi comportamenti. Nel nostro caso è sostanziato in oggetti dall'estetica moderna, attraente e facilmente inseribile in un contesto domestico. Parliamo del diffusore multiroom Loewe klang mr5 (a sinistra), seguito dai "fratelli" klang mr3 e klang mr1. Tramite la piattaforma DTS Play-Fi è possibile connetterne sino a 32 unità nello stesso sistema. Tutti e tre i modelli supportano i protocolli Apple AirPlay 2, Google Chromecast e la tecnologia WDAL 2.0. Implementano il Bluetooth 4.2. Molto più di semplici diffusori quindi...

Un Loewe klang s3 (a sinistra), sistema streaming definito "smart", e un Loewe klang s1, dalle caratteristiche similari al modello klang s3.

Due simpatici cilindri colorati, sono gli altoparlanti Bluetooth We. Hear 1 (il piccolo) ed Hear 2 (il grande), rilasciati in quattro diverse colorazioni.

Terminiamo questa breve carrellata con gli altoparlanti multiroom Wi-Fi Defunc Home, in versione large, small e custom. A prima vista sembrerebbero dei sistemi da incasso a soffitto, ma così non è poiché vanno messi su appositi stand e mount.

 

 

IL TEMPIO DEL SUONO - SALA VELASCA 2

Il tempio del suono è un grande negozio di HiFi. Il suo titolare, Riccardo Martignano, ha pensato a un luogo deputato a punto d'incontro e vendita per appassionati di alta fedeltà. Si trova a Lissone (MB), a 100 m dalla SS36 Nuova Valassina.

Una sala decisamente interessante questa Velasca 2, non solo per l'impianto Hi-End che ospitava ma anche perché in questa Eugenio Finardi ha presentato il suo ultimo lavoro discografico: Euphonia Suite. Dedicata a Il tempio del suono, copriva i due ambiti dell'Audio e del Video. Anche qui parliamo di livelli molto alti; la catena solo audio era costituita da oggetti realmente senza compromessi: lettore SACD/CD Accuphase DP-570, preamplificatore Accuphase C-2900, amplificatore finale di potenza stereo Accuphase P-7500 e diffusori PS Audio Aspen FR30 Sable Black. Suono grandioso, estremamente nitido, privo di fatica d'ascolto e aggressività, dalla tonalità leggermente "azzurrina". Queste le mie impressioni d'ascolto.

Preamplificatore Accuphase C-2900 (sopra) e lettore SACD/CD Accuphase DP-570.

Amplificatore finale di potenza stereo Accuphase P-7500.
Bellissimo, costruito con arte e scienza, questo correntoso finale in classe AB è il modello di punta del marchio giapponese. Lo stadio di potenza implementa un'architettura Push-Pull parallelo di dieci transistor, fornendo una potenza d'uscita nominale di 300 Watt per canale su 8 Ohm. Davvero straordinario il rapporto segnale/rumore, di ben 130 dB, parimenti al fattore di smorzamento (1.000).

Diffusore PS Audio Aspen FR30 Sable Black.
L'obiettivo riposto in questo modello era quello di progettare e costruire un sistema all'avanguardia, dotato di una distorsione straordinariamente bassa, una riproduzione senza sforzo e una timbrica uniforme. L'aspen FR30 rappresenta il culmine di 50 anni di esperienza nel settore.

Il retro dell'Aspen FR30, con i controlli di prossimità e livello del tweeter posteriore.

La morsettiera.
L'FR30 è un tre vie con due tweeter planari a nastro da 2,5" (di cui uno messo posteriormente), un midrange a nastro da 10", quattro woofer da 8" e quattro radiatori passivi da 10".

Il comparto Audio/Video era piuttosto composito e diviso in due postazioni. Questa la panoramica di oggetti adoperati: lettore Panasonic Blu-ray Ultra HD DP-UB9000, proiettori Hisense 120L9G-A12 e PX1 Pro, schermi Lumene, processore Home Theatre Mcintosh MX100, amplificatore di potenza multicanale Mcintosh MC257. Tutti Sonus Faber i diffusori: Sonetto VIII Wood, Sonetto Wall Wood, Sonetto Center 1, subwoofer attivo Gravis I Wood.

Proiettore Hisense PX1 Pro.

Amplificatore di potenza a sette canali Mcintosh MC257 (sopra) e processore Home Theatre Mcintosh MX100.

Subwoofer attivo Sonus Faber Gravis I Wood (a sinistra) e Sonus Faber Sonetto Center 1.


 Stampa   
Copyright (c) 2000-2006   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2022 by DotNetNuke Corporation